Facebook dichiara guerra al clickbait, vita dura per i link fasulli!

  • 0

Facebook dichiara guerra al clickbait, vita dura per i link fasulli!

Category : News

ClickbaitMagnet

Era già accaduto due anni fa (http://bit.ly/YViRQy) quando Facebook fece il suo primo sforzo per eliminare l’eccesso di link fuorvianti (clickbait) che circolavano nel news feed degli utenti e che avevano ed hanno tutt’ora il solo ed unico scopo di ingannare i lettori con dei titoli ammiccanti provenienti da fonti esterne dal contenuto del tutto differente da quello che gli utenti si aspettano di trovare!

Una dura battaglia durata due anni con continue lamentale da parte degli utenti che da allora non hanno fatto altro che intasare il sistema Facebook a suon di segnalazioni al punto da portare gli sviluppatori ad una decisione drastica, quella di ridurre la distribuzione di link con titoli fuorvianti che nascondono informazioni e ingannano i lettori portandoli a cliccarci sopra!

Questo è quanto riportato sul sito ufficiale delle News di Facebook:

“Il nostro obiettivo con il News Feed è quello di mostrare alla gente le storie più rilevanti per loro, storie classificate in modo che ciò che è più importante per ogni persona venga posizionato in cima nel loro News Feed”. “Quando apportiamo migliorie al News Feed, facciamo affidamento su una serie di valori fondamentali. Questi valori che abbiamo usato per anni guidano il nostro pensiero e ci aiutano a mantenere l’esperienza centrale del News Feed intatta mentre si evolve”.

Uno dei valori che Facebook usa per scegliere i post da mostrare nel News Feed degli utenti è quello di avere una “comunicazione autentica” sulla piattaforma.

Le persone spesso lasciano dei feedback a Facebook in cui si aspettano di vedere più storie autentiche e meno fasulle, cosicché il team di Facebook si è messo al lavoro per individuare e capire che tipo di storie e messaggi le persone considerano “genuine” in modo da poter mostrare sempre più quel tipo di storie sui loro News Feed e migliorare l’esperienza utente!

Facebook, nel frattempo ha iniziato la sua ultima modifica ai News Feed analizzando decine di migliaia di titoli allo scopo di identificare elementi comuni presenti nelle pratiche di clickbait.
Durante l’analisi, il team di sicurezza Facebook ha individuato due principali categorie di titoli con i quali la gente sembra quasi venga costretta a cliccarci sopra!
La prima categoria mira a sfruttare il “gap curiosità”: “Ha messo dell’aglio nelle scarpe prima di andare a dormire ed è difficile credere a cosa è successo”.
La seconda categoria, invece, comprende tutti quei titoli che hanno lo scopo di ingannare l’utente, come ad esempio un titolo che dice: “le mele fanno male se ne mangi troppe tutti i giorni”!

Quali ripercussioni subirà la vostra pagina?

la maggior parte delle pagine non subirà significativi cambiamenti nella distribuzione del News Feed, tuttavia, i siti e le pagine che adottano consapevolmente la tecnica del clickbait dovranno aspettarsi una diminuzione nella distribuzione delle loro notizie!

“Come sempre, le pagine dovrebbero fare riferimento alle nostre best practice editoriali. Impareremo da questi cambiamenti e continueremo a lavorare per ridurre il fenomeno del clickbait così da rendere i News Feed il luogo ideale per una comunicazione autentica”

Questo è quanto affermato dal team di Facebook, in considerazione del fatto che il processo intrapreso richiederà un pò di tempo e che molto probabilmente Facebook potrebbe avviare un sondaggio pubblico con il quale venga chiesto agli utenti quali sono le notizie affette da clickbait e quali sono quelle che sarebbero interessate a seguire.

Una cosa è certa, un mondo con meno clickbait non può che essere una buona cosa. Che liberazione!


Leave a Reply