• 0

Tutto quello che gli imprenditori possono imparare dal film “The Founder” (+ la lezione più importante per avere successo)

Category : News

E’ andato in programmazione al cinema dal 12 Gennaio di quest’anno, The Founder è un film che ritrae la storia di Ray Kroc, dal momento dell’acquisizione di McDonald’s alla sua successiva crescita esponenziale!

Michael Keaton interpreta Kroc, il venditore di frullatori dal carattere spietato e antipatico, colui che ruba le idee e le parole degli altri, senza vergogna! Kroc prende il concetto del brand e dei sistemi messi giù dai fratelli Donald e li spaccia come il proprio lavoro!

Attraverso i fatti presentati nel film ci sono una serie di lezioni da cui ogni imprenditore dovrebbe imparare:

Lezione numero uno: Ridefinire l’innovazione

Oggi, quando pensiamo all’innovazione è così facile associarla esclusivamente agli sviluppi su larga scala nel campo della scienza, della tecnologia e della medicina.

Per noi, l’innovazione ci porta subito in mente Elon Musk, l’uomo dai mille piani, il fondatore di PayPal, Tesla Motors, l’ingegnere sudafricano naturalizzato statunitense che prevede di portare l’uomo su Marte entro il 2025 con SpaceX.

Ci fa pensare di come Apple ha reinventato il telefono cellulare, così come gli sviluppi nel campo dell’intelligenza artificiale e della realtà virtuale.

The Founder è qualcosa di incredibilmente interessante, in quanto punta su dei principi dell’innovazione che non hanno tempo e di come si possono applicare in breve tempo nel nostro lavoro e nella nostra vita!

Dal film si evince come l’industria alimentare sia stata rivoluzionata attraverso una semplice reinvenzione dell’hamburger, è stata proprio la reingegnerizzazione di come l’hamburger veniva cucinato, confezionato, consegnato e consumato che i fratelli McDonald hanno gettato le basi per creare una della più grandi industrie del mondo: il fast-food!

Ray Kroc è stato colui che ha permesso di far crescere McDonald’s migliorando il processo e implementandolo su scala fino a farlo diventare l’impero del cibo che è oggi!

Tutto questo è avvenuto perché entrambi i fratelli McDonald e Kroc effettivamente si sono posti una semplice domanda: Come possiamo migliorare il processo attuale?

Piuttosto che accettare lo status quo, i fratelli McDonald non si erano minimamente sforzati di migliorare e avevano del tutto ignorato le lamentele che arrivavano lungo la strada da parte dei loro sostenitori.

In sostanza, quello che tutti noi possiamo trarre come esempio è che l’innovazione non si limita a “enormi progressi”, non c’è bisogno di capire come portare l’uomo su Marte per innovare. A volte occorre solo fare qualcosa di piccolo in modo diverso e soprattutto, meglio di come è stato sempre fatto!

Lezione Due: Sopravvalutare il talento

Nonostante il titolo del film, Ray Kroc non ha inventato l’azienda, bensì sono stati i fratelli McDonald a crearla!

Probabilmente sono stati i fratelli McDonald ad avere in realtà più talento, per come hanno ideato il concetto iniziale, quello per cui è diventata una rivoluzione nel settore alimentare!

A nostro avviso, Ray Kroc non aveva tutta questa dote di talento, quello che egli ha avuto e che lo separava dai fratelli McDonald, era una visione irremovibile sulla possibilità di scalare McDonald’s.

In realtà è stata questa sua volontà e la fame a fargli pensare in grande , gli ingredienti vincenti che gli hanno permesso di raggiungere un successo di alto livello!

Lezione Tre: La perseveranza è la chiave

Potrebbe essere stata la visione di Ray Kroc, che gli ha permesso di avere successo, tuttavia non esiste una visione senza realizzazione!

Molte persone hanno obiettivi, aspirazioni e sogni, ma solo pochi eletti hanno la tenacia necessaria per vederci attraverso!

Per raggiungere e sostenere il successo c’è bisogno di ponderamento e perseveranza. Nonostante probabilmente manca un grande talento naturale, Kroc è stato capace di tenere duro, di sopportare , andare contro tutti quelli che volevano mettergli il bastone fra le ruote e convincerlo a smettere!

Guardando The Founder ci viene in mente di come tutti siamo molto umani a prescindere dai nostri risultati!

E’ evidente come la storia mette spesso le persone che raggiungono livelli di maggiore di successo su un piedistallo in modo da renderli “più grandi nella vita” sminuendo la loro umanità!

La mitologia che si sviluppa intorno a loro, spesso nasconde delle lezioni inerenti alle loro storie, facendo apparire la loro dote irraggiungibile e il loro contributo irrealizzabile!

La realtà è che tutti noi siamo delle persone,  e come tale, tutti noi possiamo avere gli stessi dubbi e difetti, siamo tutti capaci di fare molto di più di quanto crediamo, se ci soffermiamo a realizzarlo!

E allora, come si può sfruttare a nostro vantaggio la storia di un 52enne quasi pensionato e avere successo?

Bene, i due requisiti più importanti per avere un enorme successo sono: “in primo luogo, essere nel posto giusto al momento giusto, e in secondo luogo, fare qualcosa al riguardo “…

La più importante lezione invece che puoi imparare dal film “The Founder” è quella sulla perseveranza.

“Nulla al mondo può sostituire la perseveranza, non lo farà il talento; non c’è nulla di più diffuso di falliti con del talento.

Non lo farà il genio: il genio senza ricompensa è quasi un proverbio.

Non lo farà l’educazione: il mondo è pieno di relitti educati.

Solamente la perseveranza e la determinazione sono onnipotenti.

[Ray Kroc, fondatore di McDonald’s]


  • 0

5 Motivi per i quali dovresti fare pubblicità su Facebook

pubblicita-con-facebook

Di recente , Facebook ha cambiato nuovamente il suo algoritmo per incoraggiare i gestori di pagine Facebook a rivalutare la loro strategia globale, questo cambiamento ha portato ad una enorme diminuzione della visibilità delle pagine Facebook in base ai contenuti pubblicati!

Indipendentemente dalla strategia che vorrete intraprendere su Facebook, il modo migliore per raggiungere il vostro pubblico ed avere la possibilità di godere di una buona visibilità nella sezione notizie degli utenti è quello di sfruttare il potere della pubblicità!

Facebook ha recentemente rivelato che 2 milioni di piccole e medie imprese stanno facendo pubblicità sulla sua piattaforma, il che dimostra che i vantaggi che si possono sfruttare facendo pubblicità su Facebook sono molti.

Se state ancora considerando di imboccare o meno la strada della pubblicità su Facebook, in questo articolo vogliamo darvi cinque buone ragioni per cui la stragrande maggioranza di imprese deve utilizzare assolutamente la pubblicità su Facebook.

1. La gente passa una quantità spropositata di tempo sui Social 

Non si può ignorare una piattaforma Social così grande come Facebook, la vostra azienda ha bisogno di una pagina Facebook, questo lo sapete benissimo, così come lo sanno 40 milioni di altre imprese. Facebook rappresenta la vetrina ideale su cui i vostri futuri clienti passano il tempo.

Una persona media spende il 28 per cento del suo tempo online sui social network e circa 2 ore al giorno.

L’italiano medio spende circa 40 minuti solo su Facebook condividendo e mettendo mi piace ai contenuti di proprio gradimento.
Ogni minuto su Facebook gli utenti mettono mi piace su più di 4 milioni di post, commenti, foto, aggiornamenti di stato!

Facebook ha a disposizione una grande base di utenti impegnati che spendono una spropositata quantità di tempo lì ogni singolo giorno di ogni mese!

Questa è senza dubbio la più grossa opportunità!

2. La visibilità delle vostre notizie su Facebook è praticamente morta

Se avete una pagina aziendale, quello che dovete sapere è che meno dello 0,5% dei vostri fan, in media, vedranno effettivamente le notizie della vostra pagina, a meno che queste non sono sponsorizzate, triste ma vero!

Per diverso tempo Facebook ha cercato di diminuire drasticamente la visibilità delle pagine e dei post aziendali nella sezione notizie degli utenti, questa cosa ha generato non poche complicazioni ai gestori di pagine aziendali, la verità è che ora occorre necessariamente fare uso delle inserzioni pubblicitarie di Facebook se desiderate che i vostri clienti siano aggiornati sulle vostre novità.

La buona notizia è che non avete bisogno di un enorme budget!, in genere con 50€ potete riuscire a raggiungere all’incirca un numero compreso tra i 5.000 e i  10.000 utenti per ogni inserzione, purché siate scrupolosi nella scelta del vostro target!

3 – Con un budget adeguato a disposizione si possono ottenere dei buoni risultati

Sebbene su Facebook la spesa minima per fare pubblicità in Italia è di solo 1€ al giorno, è importante tener presente che questo piccolo budget non permette di raggiungere un numero elevato di utenti, infatti parliamo di una cifra con la quale si possono raggiungere un numero inferiore ai 10.000 contatti, in ogni caso questa cifra è decisamente minore di quella che si può investire su altri siti o piattaforme per avere dei risultati.

Esistono diverse tipologie di inserzione a seconda delle vostre esigenze, ma per scegliere quella più adatta alla vostra attività o al vostro prodotto/servizio, è necessario rivolgersi ad un professionista e, cioè ad una persona che conosca affondo le dinamiche di ogni tipologia offerta.

4. I pulsanti di invito all’azione (call to action) sono l’elemento rivoluzionario

Come già detto in altri articoli, Facebook ha 1,39 miliardi di visitatori mobili ogni mese e mezzo miliardo dei suoi utenti effettuano l’accesso tramite dispositivo mobile, ecco perché l’acquisizione di contatti da parte degli utenti in possesso di dispositivi mobili su Facebook è una grande opportunità.

Le call to action sono il modo più prezioso per attirare clic sui siti web, questo è il motivo  per cui i pulsanti di invito all’azione di Facebook , come ad esempio quelli di chiamata, sono l’elemento rivoluzionario.

Pensate a tutta quella gente che utilizza quotidianamente i dispositivi mobili su Facebook, essi vedono un annuncio e invogliati dal vostro annuncio, cliccano sul tasto: CHIAMA ORA  ed improvvisamente il potenziale cliente viene catturato. Stupefacente vero?

5. Retargeting , recuperare i visitatori perduti e ad aumentare le vendite

Per chi non avesse familiarità con questo termine, in sostanza, il retargeting è un tipo di tecnologia che mostra i vostri annunci alle persone che hanno visitato in precedenza il vostro sito web, utilizzato App per dispositivi mobili, o dato il loro indirizzo di posta elettronica.

Grazie a questa tecnologia integrata nel nostro social network, la gente vedrà questi annunci quando visitano il vostro sito o vanno su altri siti web, utilizzano i social media, guardano video o utilizzano altre applicazioni mobili.
Il retargeting è sicuramente lo strumento più potente per far crescere il vostro business .

I risultati ottenuti grazie alle inserzioni su Facebook  vi porteranno traffico sul vostro sito web, ma ovviamente voi volete di più, giusto?  Volete nuovi clienti, acquirenti e aumentare le vendite.

Per fare questo è necessario che i visitatori che entrano online in contatto con voi siano indirizzati ad annunci specifici, mirati sulla base delle loro esigenze e possibilmente suddivisi per interessi, età, sesso e luogo di origine.

Proprio per la complessità del lavoro da svolgere, l’utilizzo di questo tipo di strumento non è alla portata di chiunque, ma bisogna rivolgersi ad un professionista qualificato che sia in grado di sfruttare al meglio le informazioni raccolte, elaborarle e adattarle alle specifiche di ogni utente… insomma, un lavoro per super-professionisti!

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

Facebook dichiara guerra al clickbait, vita dura per i link fasulli!

Category : News

ClickbaitMagnet

Era già accaduto due anni fa (http://bit.ly/YViRQy) quando Facebook fece il suo primo sforzo per eliminare l’eccesso di link fuorvianti (clickbait) che circolavano nel news feed degli utenti e che avevano ed hanno tutt’ora il solo ed unico scopo di ingannare i lettori con dei titoli ammiccanti provenienti da fonti esterne dal contenuto del tutto differente da quello che gli utenti si aspettano di trovare!

Una dura battaglia durata due anni con continue lamentale da parte degli utenti che da allora non hanno fatto altro che intasare il sistema Facebook a suon di segnalazioni al punto da portare gli sviluppatori ad una decisione drastica, quella di ridurre la distribuzione di link con titoli fuorvianti che nascondono informazioni e ingannano i lettori portandoli a cliccarci sopra!

Questo è quanto riportato sul sito ufficiale delle News di Facebook:

“Il nostro obiettivo con il News Feed è quello di mostrare alla gente le storie più rilevanti per loro, storie classificate in modo che ciò che è più importante per ogni persona venga posizionato in cima nel loro News Feed”. “Quando apportiamo migliorie al News Feed, facciamo affidamento su una serie di valori fondamentali. Questi valori che abbiamo usato per anni guidano il nostro pensiero e ci aiutano a mantenere l’esperienza centrale del News Feed intatta mentre si evolve”.

Uno dei valori che Facebook usa per scegliere i post da mostrare nel News Feed degli utenti è quello di avere una “comunicazione autentica” sulla piattaforma.

Le persone spesso lasciano dei feedback a Facebook in cui si aspettano di vedere più storie autentiche e meno fasulle, cosicché il team di Facebook si è messo al lavoro per individuare e capire che tipo di storie e messaggi le persone considerano “genuine” in modo da poter mostrare sempre più quel tipo di storie sui loro News Feed e migliorare l’esperienza utente!

Facebook, nel frattempo ha iniziato la sua ultima modifica ai News Feed analizzando decine di migliaia di titoli allo scopo di identificare elementi comuni presenti nelle pratiche di clickbait.
Durante l’analisi, il team di sicurezza Facebook ha individuato due principali categorie di titoli con i quali la gente sembra quasi venga costretta a cliccarci sopra!
La prima categoria mira a sfruttare il “gap curiosità”: “Ha messo dell’aglio nelle scarpe prima di andare a dormire ed è difficile credere a cosa è successo”.
La seconda categoria, invece, comprende tutti quei titoli che hanno lo scopo di ingannare l’utente, come ad esempio un titolo che dice: “le mele fanno male se ne mangi troppe tutti i giorni”!

Quali ripercussioni subirà la vostra pagina?

la maggior parte delle pagine non subirà significativi cambiamenti nella distribuzione del News Feed, tuttavia, i siti e le pagine che adottano consapevolmente la tecnica del clickbait dovranno aspettarsi una diminuzione nella distribuzione delle loro notizie!

“Come sempre, le pagine dovrebbero fare riferimento alle nostre best practice editoriali. Impareremo da questi cambiamenti e continueremo a lavorare per ridurre il fenomeno del clickbait così da rendere i News Feed il luogo ideale per una comunicazione autentica”

Questo è quanto affermato dal team di Facebook, in considerazione del fatto che il processo intrapreso richiederà un pò di tempo e che molto probabilmente Facebook potrebbe avviare un sondaggio pubblico con il quale venga chiesto agli utenti quali sono le notizie affette da clickbait e quali sono quelle che sarebbero interessate a seguire.

Una cosa è certa, un mondo con meno clickbait non può che essere una buona cosa. Che liberazione!


  • 0

5 pratici consigli per incrementare il numero delle recensioni alla tua attività sui Social

incrementare il numero di recensioni

E’ statisticamente provato che uno dei principali fattori che influenzano i comportamenti di acquisto dei consumatori sono le recensioni online!
Oggi più che mai, grazie a siti specializzati come Yelp, TripAdvisor, nonché i social network come Facebook, Google+ e Foursquare, ognuno può valutare o recensire qualsiasi tipo di attività dando seguito ad un potente passaparola in grado di attirare o allontanare qualsiasi cliente!

Uno studio effettuato dal noto sito Nielsen, specializzato nelle analisi comportamentali dei consumatori, (http://ow.ly/te82302oQnb) ha evidenziato come tra il 2013 e il 2015, ancora 8 consumatori su 10 si sono affidati alle opinioni di amici e familiari mentre di questi, 2 persone su 3 hanno preferito fidarsi delle opinioni online pubblicate da altri utenti.

amazon recensione

Altre ricerche effettuate da alcune associazioni di categoria sullo studio dei comportamenti di consumatori hanno dimostrato invece che 4 persone su 5 tendono a cambiare la loro decisione iniziale in base alle recensioni negative su quello che vorrebbero acquistare.

Sebbene questi numeri possono sorprendere, non devono spaventarci, infatti oggi le attività di maggior successo risultano essere quelle che riescono meglio a sfruttare ed interagire con le recensioni integrandole in una corretta strategia di marketing.

Tra gli addetti ai lavori di questo settore, 8 su 10 sono assolutamente convinti che una corretta gestione delle recensioni ricevute è in grado di massimizzare il ritorno di qualsiasi investimento fatto all’interno della propria attività!
Oggi vogliamo regalarvi 5 consigli utili per gestire al meglio le recensioni in perfetta armonia con i vostri clienti, limitando gli sforzi necessari sui social network , al fine di avere un impatto positivo sul vostro business:

1. Identificare i luoghi più rilevanti per le recensioni online

Come abbiamo detto tante volte, ogni attività deve avere un proprio spazio online dove raccogliere recensioni, perché è importante sapere chi sta parlando di voi e dove se ne sta parlando!
I social network sono uno strumento con cui potete raggiungere facilmente dei buoni risultati ascoltando i vostri clienti e il vostro pubblico, per questo è necessario individuare i luoghi in cui questi utenti preferiscono parlare di voi!
Questo è uno dei principali motivi per cui è importante essere presenti sulla maggior parte delle piattaforme di social network, nonché su canali e siti che siano rilevanti per il vostro settore.
Aprire una pagina aziendale su Facebook è di sicuro un buon punto di partenza, ma di certo non sufficiente, perché in molti casi è necessario tenere sotto controllo siti specializzati.
Se ad esempio gestite un albergo dovete prestare attenzione a siti come trivago o booking.com, se avete un ristorante o una pizzeria dovete prestare occhio a cosa si dice di voi su TripAdvisor e così via.

Fino a quando non darete ai vostri utenti un valido motivo per lasciare una recensione sulla pagina della vostra attività, questi saranno alcuni dei luoghi in cui i clienti preferiranno condividere la loro esperienza, positiva o negativa che sia.

2. Rispondere alle recensioni online

Sono molte le attività commerciali a cui abbiamo offerto consulenza fin’ora e che si sono mostrate preoccupate o spaventate di ricevere recensioni negative, semplicemente perché non sanno come gestirle!
Spesso per un imprenditore, commenti negativi e recensioni ad una stella hanno lo stesso effetto di un pugno nello stomaco, semplicemente perché non si rendono conto del valore che quei feedback negativi offrono alla sua attività.

Questi feedback offrono infatti la possibilità di capire cosa ai clienti piace e cosa è necessario cambiare o migliorare.

Secondo una ricerca industriale, il 78% dei consumatori mostra più fiducia nelle attività che si preoccupano maggiormente dei loro clienti rispetto a quelle che non rispondono affatto alle recensioni online.

Bisogna sempre affrontare a testa alta i feedback dei vostri clienti rispondendo con professionalità ed educazione, così facendo avrete la possibilità di interagire con loro in modo efficace e costruttivo, portando di conseguenza a migliorare la percezione del vostro marchio nei confronti del pubblico.

Cosa accade in questi casi?

Sfortunatamente molte attività gestiscono le critiche in modo assolutamente sbagliato, perché le considerano come un fallimento o peggio, un’offesa personale.

I due errori più frequenti che vengono commessi continuamente in questi casi sono:
-quello di giustificarsi e trovare scuse più o meno fantasiose;
-quello di contestare, aggredire o insultare il cliente.
Un altro errore altrettanto frequente è quello di non rispondere a recensioni e commenti positivi.

Questo comportamento si ha perché molti ritengono l’apprezzamento un atto dovuto da parte del cliente: niente di più sbagliato.

A questo punto viene naturale chiedersi: come ci si deve comportare in questi casi?
Così come nel web esiste la famosa Netiquette, anche i social network hanno delle regole di buona condotta che bisogna ricordarsi di seguire:
-rispondere sempre a qualsiasi recensione o commento, positivo o negativo che sia;
-ringraziare sempre i clienti che esprimono una loro opinione;
-mai offendere o essere sgarbati con chi avanza una critica;
-mai cercare giustificazioni quando si riceve una critica;
-scusarsi sempre e assicurarsi che quell’inconveniente non si ripeterà;
-invitare il cliente a ritornare, offrendo un particolare sconto o un omaggio per scusarsi (quando possibile).
Eccovi un esempio di cosa non dovrebbe mai accadere:

recensioni

Quando si risponde ai commenti sulle recensioni, bisogna sempre tenere a mente che l’obiettivo è quello di esprimere la vostra gratitudine nei confronti dei clienti, non importa quanto negativa può essere, è importante mostrarsi cortesi, professionali e disponibili, affinché i clienti vi concedano una seconda possibilità!

3. Incoraggiare i clienti soddisfatti a scrivere recensioni positive

Di natura i social creano opportunità per espandere in modo esponenziale la vostra rete, estendere la portata del vostro marchio e far crescere il vostro pubblico.
Limitarsi a scrivere “metti mi piace alla nostra pagina” oppure “seguici su Facebook”, non invogliano il cliente a dedicare del tempo per parlare di voi.
Il primo passo per ricevere delle recensioni positive è quello di avere dei clienti soddisfatti!
Uno dei metodi più efficaci per entrare in contatto con i vostri clienti è quello di invitarli a condividere con voi i loro contenuti e pubblicare delle recensioni.
Chi ha già ricevuto delle recensioni, anche se su altri siti o social network diversi, dovrebbe condividerle sulle pagine della propria attività, infatti questo rappresenta un ottimo metodo per creare dei contenuti di valore che a differenza dei messaggi autoreferenziali o di vendita risultano molto più apprezzati.

Secondo alcuni sondaggi è emerso che il 46% degli utenti che sono presenti sui Social si fidano più dei contenuti generati dagli utenti e dalle opinioni dei consumatori che non di quei contenuti autopromozionali prodotti da aziende o attività varie!

4. Identificare e risolvere i problemi dei clienti

Se i vostri clienti hanno evidenziato delle problematiche o dei disservizi, è fondamentale attivarsi per individuarli e porre rimedio in modo da trasformare l’esperienza che ha generato una critica in una che porterà una recensione positiva.
I Social hanno trasformato il modo in cui le aziende gestiscono i reclami e rispondono alle esigenze dei loro clienti!

Se non state già fornendo assistenza sui Social, bene, è ora che vi decidiate a farlo!
Da un’indagine di Nielsen è emerso che quasi il 50% dei consumatori utilizza i Social per fare domande, richiedere informazioni e avanzare reclami, anche in questo caso non limitatevi solo a Facebook, Linkedin o Google+, ma cercate di estendere la portata dei vostri sforzi in modo da includere (ad esempio sul vostro sito) un sistema che permetta ai vostri clienti di esprimere una valutazione o di recensire i vostri prodotti e/o servizi!
Operando in questo modo avrete un quadro completo della situazione e potrete così identificare e risolvere efficacemente diversi problemi.

Si aprirebbero così nuove opportunità per premiare i vostri clienti con campagne di fidelizzazione che vi porterebbero a conquistarli per tutta la vita!

5. Influenzare i commenti e le recensioni per acquisire la conoscenza del cliente

Proprio come gli altri contenuti generati dagli utenti sui Social, i feedback e le recensioni dei clienti possono essere sfruttati per aiutare le aziende a scoprire e interpretare cosa e come i clienti la pensano!

Chiedete ai vostri clienti di lasciarvi una loro recensione! Sebbene può sembrare una cosa scontata, vi assicuriamo che non lo è.
Solitamente tranne che per alcune eccezioni, clienti e utenti non sono particolarmente propensi a lasciare una loro opinione, a volte per pigrizia a volte perché non ci pensano ma il più delle volte semplicemente perché nessuno glielo chiede.

Vi presentiamo un esempio pratico, prendiamo in considerazione due delle più famose piattaforme di vendita online: Amazon e eBay!
Queste non sono solo dei siti e-commerce, ma sono diventate delle vere e proprie community dove gli utenti chiedono informazioni e scambiano opinioni, prima di procedere a un acquisto.
Diversamente da Amazon, il famoso sito d’aste fa della credibilità la sua bandiera, credibilità che deriva dagli utenti per mezzo dei feedback.

Infatti chiunque abbia fatto acquisti tramite eBay, saprà che a trattativa conclusa il portale invita gli utenti (quindi chiede espressamente) a lasciare un feedback di gradimento sull’acquisto o la vendita appena conclusa.

L’azienda di Seattle invece, lascia agli utenti la possibilità di decidere se lasciare una recensione o meno.
Risultato? A parità di vendite, i venditori che si affidano a eBay ottengono circa 20 volte più feedback dei venditori presenti su Amazon.

Se la vostra gestione aziendale non prevede di monitorare e misurare quello che i vostri clienti dicono di voi sui social network e, non state lavorando per mantenere una posizione di rilievo in classifica sulla base delle opinioni dei vostri clienti, probabilmente state perdendo l’opportunità di ottenere un enorme vantaggio sulla concorrenza!

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

L’importanza di generare interazioni sui Social

Urban advertising

L’interazione sui Social è una superstrada a doppia corsia, assicurati di guidare sul lato giusto! [Clienti Social]

L’aspetto più importante per aumentare il numero di interazioni sui social network è quello di ascoltare il tuo pubblico, ma prima ancora che ti preoccupi di come iniziare a coinvolgere questi utenti, è necessario che ti renda conto di alcune cose.

Attualmente in tutto il mondo ci sono oltre 2 miliardi di utenti collegati sui vari Social, questo numero è destinato ad aumentare sempre di più con il passare dei mesi. Inutile dirlo, essere attivi sui Social deve diventare parte essenziale del vostro piano di marketing.

Ma come si può raggiungere il pubblico in modo più efficace rispetto alla concorrenza?

La creazione di contenuti di qualità dovrebbe diventare un must per tutte quelle attività che vogliono raggiungere un numero maggiore di utenti a cui proporre i loro prodotti o servizi, per questo motivo quella di produrre contenuti che coinvolgano il pubblico, non può essere considerata un’attività marginale del vostro business ma deve essere considerata un vero e proprio lavoro, e come tale non può essere affidata a chiunque.

È importante rendersi conto infatti, che una strategia o un’iniziativa sbagliata possono rovinare irrimediabilmente la vostra immagine o bruciare velocemente il vostro budget senza portarvi i risultati desiderati.

E’ bene ricordare sempre che è più facile rovinare una buona reputazione che riuscire a farsene una, ed al giorno d’oggi i social network in questo, hanno un ruolo tutt’altro che marginale.

Che vogliate essere presenti su Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn, Pinterest o qualsiasi altro social network, dovete tenere presente che non potete affidare la vostra reputazione a chiunque.

In questo articolo, noi di Clienti Social, vogliamo portare alla vostra attenzione alcuni aspetti da tenere sempre a mente quando si parla di social network.

Ascoltare le persone

Sicuramente ne avrete sentito parlare, ma vogliamo essere sicuri che il concetto sia chiaro: la vostra reputazione online può elogiare o distruggere il vostro marchio.

Dovete sempre tenere a mente che un Social (qualunque esso sia) è fatto di persone, e le persone hanno delle proprie opinioni su qualsiasi cosa, quindi è fondamentale tenere sempre in considerazione cosa la gente sta dicendo sul vostro marchio, sui vostri prodotti o sui vostri servizi.

Per quanto possa sembrare una cosa banale e scontata, questa è la strada più semplice per capire cosa la gente pensa di voi, dei vostri prodotti e servizi: ascoltare cosa dice la gente!

È importante capire quali sono i canali che gli utenti preferiscono usare per parlare di voi, e se non esiste uno spazio adeguato, dovete offrine uno voi dove convogliare tutte le informazioni che vi riguardano ed iniziare a creare interazioni con il vostro pubblico di riferimento.

Utilizzo di contenuti visivi

L’utilizzo di immagini, grafici o video sui social può portare degli enormi vantaggi, ma solo se usato in modo professionale e consapevole.

Uno studio effettuato recentemente dal famoso sito Socialbakers ha evidenziato come le immagini hanno contribuito a generare nel 2015 un tasso di interazione del 67% su Facebook e del 22% su Twitter.

Assicuratevi pertanto che quello che condividete generi dei picchi di interesse nel pubblico che vi segue e, cercate di offrire sempre contenuti di valore che spingano gli utenti a commentare, fare domande e condividere gratuitamente i vostri contenuti.

Dal momento che le immagini occupano più spazio sullo schermo rispetto al testo, è quasi difficile che gli utenti non decidano di interagire con questo tipo di contenuto, se lo reputano di loro interesse.

Ad esempio, i fumatori avranno già notato questo concetto sui nuovi pacchetti di sigarette, che a partire da giugno 2016 stanno sostituendo le vecchie confezioni puntando a disincentivare il consumo di sigarette con immagini forti come queste

siga1 siga2

Organizzare concorsi, iniziative e proporre contenuti esclusivi

Chiunque abbia un’attività commerciale conosce benissimo quale potere hanno le promozioni, i concorsi e gli omaggi, la cosa fantastica di queste iniziative è che aumentano in modo spontaneo il numero di utenti coinvolti sulla piattaforma Social che scegliete di utilizzare, questo perché alla gente di solito piace ricevere regali.

Sicuramente a qualcuno sarà capitato di creare un evento che pensava avrebbe attirato l’interesse dei clienti, ma di non ricevere il ritorno sperato.

Un esempio di questa cattiva comunicazione sono gli europei di calcio 2016 appena terminati.

Sono molti i bar, pub e le pizzerie che quest’anno hanno pensato di trasmettere le partite di questo evento con l’idea di attirare l’interesse dei clienti, specialmente di quelli appassionati di calcio, ma non sono riusciti nell’intento.

Il motivo è semplice: aver programmato una buona iniziativa, ma non aver pensato di promuoverla in modo adeguato.

Fare domande e dare risposte

Semplice, no? A volte questa è una soluzione talmente semplice da essere completamente ignorata.

Vi assicuriamo infatti, che fare domande e aprire sondaggi sono degli ottimi modi per creare contenuti e interagire con gli utenti.

Se avete notato un inspiegabile diminuzione delle interazioni è perché gli utenti non stanno interagendo o rispondendo positivamente ai vostri contenuti.

Fare delle domande è un ottimo modo per creare un argomento di discussione per coinvolgere il pubblico, e se ripetuta nel tempo, questa attività vi darà maggiori possibilità che gli utenti possano interagire con voi in modo costante.

Un aspetto altrettanto importante, è quello di dare delle risposte!

Se chi vi segue non riesce ad ottenere delle risposte alle domande che vi pone, state pur certi che il loro interesse nei vostri confronti scenderà sempre di più, con il rischio che cerchino queste risposte da qualche altra parte.

Siate diretti e chiedete ai vostri clienti quali sono le loro preoccupazioni, cosa vorrebbero sapere, come potete risolvere i loro problemi, questo permetterà agli utenti di essere consapevoli che siete in grado di aiutarli.

Creare inserzioni o annunci senza fornire un adeguato supporto a dubbi o domande che il tuo pubblico genererà è una delle strategie più autodistruttive che si possano intraprendere sui Social, oltre che uno degli errori più frequenti e comuni.

Riproporre i contenuti

Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest sono solo alcune delle numerose piattaforme di social network presenti online, ognuna delle quali può essere sfruttata per utilizzare parte dei vostri contenuti e adattarli alle preferenze del pubblico che si intende raggiungere.

E’ davvero interessante sapere che potete utilizzare la stessa idea o lo stesso contenuto e adattarlo su ogni piattaforma in modo da poter raggiungere un pubblico sempre maggiore.

In questo momento i Social rappresentano il fattore trainante per qualsiasi business di successo, tuttavia è importante non abusarne ed evitare di pubblicare contenuti autoreferenziali.

Ricordate che i Social sono stati progettati intorno alle persone, quindi non parlate solamente di voi ma mostratevi dei professionisti del vostro settore e, fate in modo di aiutare gli altri a trovare informazioni utili.

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

Perché è importante dedicare del tempo alla gestione della tua pagina Social

perchè dedicare tempo sui social network

Ti sei mai chiesto perché le aziende di maggior successo ritengono importante dedicare del tempo per gestire la loro pagina Facebook, ed in alcuni casi assumere una persona a tempo pieno che se ne occupi costantemente?

Mentre in passato perdere troppo tempo dietro il monitor di un computer poteva essere considerata un’attività di scarso valore aggiunto perché distraeva un dipendente da attività più redditizie come una vendita diretta, una consulenza ecc…, oggi dedicare tempo alla gestione di una pagina Facebook o di qualsiasi altro social network, non può più essere considerata una semplice perdita di tempo ma deve essere inteso come un lavoro vero e proprio.

Oggi, infatti, il modo con cui i clienti scelgono i prodotti o decidono di acquistare da un negozio piuttosto che un altro è cambiato in modo drastico, non ci si affida più alle parole del commesso o del negoziante di turno che illustra benefici e caratteristiche di un prodotto o racconta di una sua esperienza, ma bensì prima di acquistare qualcosa i clienti cercano informazioni più veritiere e dettagliate relative al prodotto di loro interesse, basta pensare per un attimo a tutti i forum o community che nascono ogni giorno e dove si scambiano opinioni su ogni tipo di prodotto o servizio esistente.

Quindi perché dovresti dedicare del tempo a gestire la pagina di un social network?

Se è vero che dedicare del tempo alla gestione della propria pagina o della propria community virtuale comporta un considerevole impegno di tempo e risorse, è altrettanto vero che se gestita correttamente i benefici che ne derivano sono di gran lunga superiori agli sforzi sostenuti.

 Il controllo

Come primo grande vantaggio si ha la possibilità di avere un grande controllo di ciò che accade all’interno di uno spazio virtuale che voi gestite nel quale si parla della vostra azienda, prodotto o servizio, il che vuol dire: pubblicità perché si parla di voi e, potenziali clienti ovvero persone interessate o semplicemente incuriosite da ciò che proponete sul mercato.

Se non offrite voi uno spazio dove i clienti possono discutere del vostro prodotto o servizio, state pur certi che creeranno loro uno spazio dedicato dove parlare di voi, del quale sarete all’oscuro o nel migliore dei casi non avrete potere di intervenire.

• Un altro grande vantaggio è l’interazione tra gli utenti

Un vostro cliente che è rimasto soddisfatto da quello che offrite, racconterà volentieri della sua esperienza con gli altri e fornirà tutti i chiarimenti che gli verranno richiesti, non a caso, il maggior numero di contenuti relativi a un qualsiasi prodotto si trova su forum o siti amatoriali rispetto ai siti ufficiali dei produttori.

• Il risparmio di tempo

Potrà sembrare una cosa assurda, ma sta di fatto che dedicare del tempo in questo genere di attività agevola in modo notevole il lavoro di vendita vero e proprio, vediamo come, con un esempio:

considerato il caldo di questi giorni, poniamo il caso che abbiate un negozio di condizionatori, cosa accade quando un cliente entra per chiedere un’informazione? L’addetto alla vendita o il commesso di turno dedica del tempo a capire le esigenze del cliente e si prodiga in lunghe spiegazioni più o meno tecniche su perché deve prendere questo o quel prodotto, o sul perché questo condizionatore sia più costoso di quell’altro, mentre il cliente continua a chiedersi se andrà bene per il suo appartamento di 100mq o no, e magari va via con la famosa frase: “ci devo pensare”.

Cosa accade invece quando chi vuole acquistare un condizionatore è riuscito a trovare una pagina o un forum dove si parla di condizionatori? Sicuramente avrà chiesto consigli su quale condizionatore sia adatto al suo appartamento di 100mq e, ogni utente avrà dato il suo parere con tanto di esperienza personale e una volta soddisfatto delle risposte e dei consigli ricevuti si reca in un negozio per acquistare il modello suggerito.

In questo caso sono stati gli utenti stessi a svolgere di fatto il lavoro che nel primo caso è toccato fare al venditore.

Ora immagina, cosa accade quando un’attività deve gestire 10-20-30 clienti al giorno? Nel primo caso si tratta di un lavoro davvero estenuante per qualsiasi venditore, soprattutto quando il cliente non arriva davvero con l’idea di acquistare, nel secondo caso invece, la vendita vera è propria è molto più semplice perché sono stati gli utenti stessi a togliere molti dubbi al cliente che non arriva impreparato al negozio e che quindi è in grado di capire meglio di cosa l’addetto sta parlando, o addirittura con l’idea di cosa acquistare.

• Monitorare le opinioni

Nel momento in cui si dispone di una propria pagina si ha la possibilità di capire in tempo reale cosa piace o non piace ai clienti, e quindi, correggere le cose che non vanno.

Facciamo ancora qualche esempio:

Immaginiamo di avere una pizzeria, se i clienti commentano favorevolmente la qualità delle nostre pizze, sappiamo che non c’è motivo di cambiare tipologia di impasto perché i clienti sono soddisfatti e magari ci scelgono proprio per questo.

Immaginiamo di avere un negozio di abbigliamento, se capiamo che i clienti si lamentano di camerini poco pratici, possiamo pensare di montare un appendi abiti in più, uno specchio più grande o metterci una sedia se lo spazio lo consente.

Immaginiamo di avere uno studio di assistenza fiscale, potremmo scoprire che i clienti sono soddisfatti della nostra consulenza e dei nostri servizi, ma magari si lamentano dei tempi di attesa troppo lunghi. In questo caso potrebbe essere una buona idea chiedere se l’istallazione di una TV nella sala d’aspetto o una rete Wi-Fi gratuita destinata alla navigazione (se non ci sono), aiuterebbero ad attendere in maniera più piacevole il proprio turno.

Come si vede, i vantaggi sono decisamente superiori all’impegno necessario che viene richiesto per una corretta gestione consapevole.

• Dimostrarsi professionali

Una pagina permette agli utenti di rivolgervi delle domande, di chiedere un aiuto o un consiglio e, quale modo migliore di rispondere pubblicamente a questo genere di richieste offre la grande opportunità di farsi riconoscere come un professionista e quindi avere maggiori opportunità rispetto alla concorrenza?

Ricordate che i clienti dedicano in un solo giorno più tempo ed attenzione ai social network di quanto la vostra attività ne potrà mai ricevere in un mese, per questo è importante essere al passo con i tempi e dedicare il giusto tempo e spazio al nuovo modo di fare business.

Sei ancora convinto che dedicare del tempo ai social network sia una perdita di tempo?

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

Come influenzerà l’ultimo aggiornamento sull’algoritmo di Facebook?

Category : News

facebook feed news aggiornamento

Facebook ha deciso nel bene e nel male che i post di amici avranno un peso maggiore nel news feed rispetto a quelli di terzi come: editori di news, brand e altri i cui collegamenti con gli utenti di Facebook sono più deboli!

Questo è quanto riportato dalle ultime news pubblicate al seguente link

Building a Better News Feed for You

Anche se è formulato in un linguaggio leggero di un comunicato stampa, il messaggio riportato ha suscitato uno shock a tutti coloro che lavorano e interagiscono con i social media.
In base a questi principi, Facebook ha un unico scopo prioritario, e questa non è una novità in quanto l’obiettivo principale di Facebook è quello di dare priorità a tutto ciò che accade con i vostri amici e la famiglia.

Fatto sta che le decisioni prese da Facebook sono estreme, questa è sicuramente una delle notizie che non vorremmo mai sentire, aggiornare nuovamente l’algoritmo del news feed porterà se non altro ad una significativa perdita di traffico senza precedenti!

La morale è che Facebook dovrebbe essere obbligata ad informare gli utenti, invece non ha alcuna necessità di preoccuparsi se questi vengono effettivamente informati.

Facebook ci mostra costantemente novità, aggiornamenti di stato che alcuni dei nostri amici e pagine che seguiamo postano sulla loro bacheca ma non si preoccupa quantomeno di avviare un sondaggio o questionario per capire su cosa vuole essere informata la gente, l’ideale sarebbe pertanto informare in anticipo tutti gli utenti di qualunque aggiornamento così da contribuire ad aumentare la partecipazione e la soddisfazione degli stessi!
Naturalmente, “mantenere il livello di attenzione alto” non è un compito di Facebook, dopo tutto, la responsabilità fiduciaria è dei suoi azionisti, e il destino degli editori, a seconda del traffico referral (traffico che arriva su un sito web tramite un’altra sorgente, ad esempio tramite un link su un altro dominio) non è una preoccupazione prioritaria, se lo fosse, non avrebbe di certo ridotto la portata del 42% a tutti questi editori negli ultimi 5 mesi.

Ma lasciamo un attimo da parte la questione, è importante sapere piuttosto quale sarà l’effetto di questo cambiamento di algoritmo per gli editori e per le grandi società in generale, ci piacerebbe approfondire invece cosa potrebbe significare per il futuro del marketing utilizzare Facebook per scopi commerciali!

Che cosa significa questo per i marketers?

I brand, come anche gli editori sono schierati dalla parte dei perdenti di questo cambiamento.

Ora gli editori per assicurarsi una buona visibilità ed essere sicuri che i loro post possano essere visti sempre di più devono pagare o quantomeno progettare e creare nuove forme di contenuti che gli utenti di Facebook sono più propensi a condividere, tutto questo quindi potrebbe significare che occorrerà creare:

1- Contenuti iper-personalizzati rivolti ai singoli utenti di Facebook

le testate giornalistiche, le organizzazioni che scrivono news e i brand non hanno mai creato questo tipo di contenuti finora, anche se, con la tecnologia che abbiamo oggi avrebbero potuto farlo!

contenuti specifici per ogni persona

2- Contenuti interattivi da condividere che tengono conto del comportamento degli utenti in base ad un’azione da compiere

un esempio potrebbe essere un sondaggio o qualsiasi altro elemento che costringa a completare un’azione, proprio come una catena di Sant’Antonio, l’esempio lampante è quello della condivisione di post bufala  che vengono postati a catena dagli utenti sulle loro bacheche e su quelle dei lori amici.

bufala privacy

3- contenuti che mostrano o incentivano forme di monetizzazione

ad esempio un coupon o un buono ricompensa per coloro che condividono dei contenuti sulla vostra bacheca, naturalmente questi tipi di contenuti diventerebbero costosi se impiegati su larga scala.

coupon share

4- strategie del link share

Condivisione di link che incentivano gli utenti a trasmettersi messaggi in cambio di un compenso sottobanco, ovviamente tutte queste azioni violano le regole di Facebook e potrebbero essere illegali secondo le normative FTC esistenti.

bufale shareNaturalmente, nulla è per sempre su Facebook e il colosso di Menlo Park potrebbe decidere di fare marcia indietro solo se le entrate e le interazioni con gli utenti subissero un impatto negativo sul comportamento preso, tale da incoraggiare Facebook a ritornare sui suoi passi.

Ora la domanda più importante da farsi è se il comportamento che Facebook ha intenzione di portare avanti è un bene o un male per la società in generale, sopratutto nella sua assunzione implicita che gli utenti di Facebook si sentono meglio quando guardano contenuti autentici e privati perché provengono da amici, piuttosto che quelli che li scoraggiano a causa della “bolla dei filtri” dominata dalla personalizzazione dei contenuti che in realtà li renderebbe più cittadini consapevoli.

Purtroppo non possiamo rispondere qui a questa domanda ma sicuramente sarà uno dei green content su cui restare sempre aggiornati per via dei futuri cambiamenti che inizieranno a propagarsi verso l’esterno causando tra l’altro un’ulteriore riduzione della portata dei post!

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

5 Motivi per i quali è importante avere una pagina attiva e movimentata sui social network

mantenere attiva pagina facebook

Più di 10 anni fa, quando Mark Zuckerberg ha avuto l’idea di realizzare un sito internet per permettere a vecchi compagni di college di avere uno spazio virtuale dove ritrovarsi a distanza di tempo e condividere le loro esperienze in modo ludico, in realtà, non aveva idea di come questa piattaforma si sarebbe trasformata in seguito, né di cosa avrebbe generato nel tempo: un social network di livello mondiale, diventato in pochi anni un vero e proprio fenomeno di massa.

Questa nuova piattaforma ha visto in poco tempo allargare in modo imprevisto il modo di interagire tra gli utenti al punto da essere utilizzata da aziende ed imprese per creare un nuovo modo per fare business.

Facebook ha letteralmente rivoluzionato il modo di comunicare, con oltre 1 miliardo di utenti attivi ogni giorno, in media, è sicuramente la piattaforma più grande che mette a disposizione la possibilità di entrare in contatto con numerose persone in modo estremamente facile e rapido.

Nonostante Facebook sia nato come una comunità di ragazzi online, un luogo in cui condividere il proprio tempo libero con intento prettamente ludico, nel corso del tempo ha contribuito a portare al successo numerosi artisti e brand.

Oggi basta andare su Facebook e vedere che un numero sempre maggiore di attività commerciali, inclusi i più importanti brand, sono ormai presenti su questo social network anche se non sempre con gli stessi risultati.

La generazione attuale trascorre più tempo su internet che sul televisore, per questo, chiunque faccia o voglia fare impresa ha bisogno di cambiare il proprio approccio nei confronti dei potenziali clienti e Facebook come altri social network rappresentano la soluzione migliore in questo scenario.

Come già detto, non sono solo i grandi brand ad essere presenti e sfruttare le potenzialità dei social network come Facebook, ma anche le piccole imprese possono trarre grandi vantaggi se riuscissero a utilizzare in maniera ottimale tutte le caratteristiche che queste piattaforme offrono.

Ecco allora 5 motivi per i quali devi avere una pagina attiva e movimentata 

 

1. Quasi 1,5 miliardi di utenti attivi ogni giorno

Facebook ha recentemente annunciato di aver raggiunto nel 2015 il numero record di 1,36 miliardi di utenti attivi, questo significa che le aziende che decidono di investire in pubblicità su questa piattaforma hanno un potenziale di crescita di gran lunga superiore rispetto a chi resta legato alla vecchia pubblicità, in quanto si ha la possibilità di raggiungere un maggior numero di potenziali clienti con dei costi molto più contenuti.

2. Un utente medio trascorre più tempo su Facebook che su qualsiasi altra piattaforma o sito internet

Se nel 2014 gli utenti trascorrevano in media dai 30 ai 60 minuti al giorno su questa piattaforma, nel 2016 il tempo di connessione è raddoppiato a livello mondiale

Secondo un’indagine condotta della Digital Social & Mobile, gli Italiani trascorrono 6.7 ore al giorno su internet (tra mobile e desktop), di cui quasi la metà del tempo 2.5 ore sono dedicate all’utilizzo di canali social: contro una media mondiale di 2.4 ore (2 ore in Francia e 1.9 in Spagna).

3. Una pagina vuota è come una città fantasma

E’ importante avere una pagina ben curata e movimentata costantemente perché solo in questo modo si può attirare l’interesse degli utenti e ottenere maggiore visibilità utile a renderti facilmente riconoscibile agli utenti che ogni giorno accedono ai Social e che potrebbero essere interessati ai tuoi prodotti e/o servizi.

Se non lo fai tu, stai pur certo che la concorrenza sfrutterà tutte le potenzialità di questo social network togliendoti una grossa fetta di mercato!

Avere a disposizione una pagina ben curata e movimentata ti permetterà quindi di iniziare a creare il proprio pubblico , stabilire delle relazioni e proporre delle iniziative che ti permetteranno di aumentare il volume delle tue vendite.

4. Le pagine movimentate portano a tassi di conversione più elevati

Disporre di una pagina ben movimentata permette a chi è interessato ai tuoi prodotti o ai tuoi servizi di leggere e ricevere opinioni, pareri e consigli da chi ha già acquistato da te.

Come può questo portare a dei tassi di conversione maggiori?

Per quanto un venditore possa essere bravo ad esporre le caratteristiche di un suo prodotto, il cliente ha sempre il dubbio che possa non essere un prodotto adatto a lui, o che il venditore stia cercando di vendergli qualcosa a qualsiasi costo, mentre leggere o ricevere l’opinione di una persona disinteressata ma che ha usato un tuo prodotto ed è rimasta soddisfatta, ti permetterà di avere un cliente che arriva da te con la chiara idea di acquistare, senza farti perdere tempo inutilmente, tempo che puoi dedicare ad attività più remunerative.

5. Godere di una buona reputazione online

Oggi, uno degli aspetti più importanti per un’azienda è quello di godere di una buona reputazione, e la reputazione si costruisce solo se hai un gran numero di clienti soddisfatti che parlano di te.

Un cliente soddisfatto infatti, non parlerà mai online della sua esperienza con il tuo prodotto o di quanto è stato utile un tuo servizio se non gli offri uno spazio vivo (in questo caso una pagina) dove si senta stimolato a parlare dei tuoi prodotti e/o servizi che gli hai offerto.

Uno degli esempi più lampanti è quello della Apple, la famosa azienda di Cupertino deve infatti gran parte del suo successo grazie al gran numero di clienti soddisfatti che scrivono della loro esperienza in giro per tutto il web, dai siti hi-tech ai vari gruppi e pagine di ogni social network, difendendo a spada tratta la loro azienda preferita.

 Poniti la domanda: la mia azienda ha dei clienti soddisfatti che consigliano continuamente i miei prodotti?

Ricorda!, se la tua pagina è deserta, nessuno avrà motivo di interagire con te, né di parlare di te!

Stiamo assistendo ormai ad un’inversione di tendenza, oggi non è più sufficiente limitarsi ad apparire in cima nei risultati di ricerca, ma avere la possibilità di una piattaforma dove poter interagire con i clienti in tempo reale, e Facebook, come altri social network, stanno diventando uno degli ambienti ideali per ogni tipo di iniziativa, per questo le potenzialità che offre dovrebbero essere prese in considerazione indipendentemente dal tipo di attività che si svolge.

Non solo i grandi brand promuovono con successo le loro attività sui social network come Facebook, ma perfino piccole attività locali possono ottenere grandi vantaggi scommettendo su queste piattaforme.

E la tua attività è pronta per cogliere al volo questa opportunità?

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social , troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!


  • 0

Come utilizzare i social network per avere più clienti nel tuo negozio

clienti con facebook

Hai un’attività?

Se anche tu hai un’attività e vuoi avere più clienti nel tuo negozio, probabilmente ti sarai trovato a fare i conti con queste situazioni:

• un numero insufficiente di clienti occasionali

• un numero insufficiente di clienti abituali ma non fidelizzati

Trasformare un semplice passante in un cliente è una vera impresa!

Mettere del personale fuori a distribuire volantini non è una scelta valida perché il traffico umano è come le acque di un fiume, fluttuante e sfuggente, per non parlare dei clienti che più delle volte non ritornano più, ovviamente questo non dipende solo da te, ma da come scegli di gestire la tua pubblicità ed il rapporto con i clienti.

A seconda del tipo di attività che hai molti clienti potrebbero non ritornare ogni giorno o con cadenza settimanale perché desiderano varietà, e magari il tuo prodotto o servizio non soddisfa abbastanza le loro esigenze.

Se il tuo problema sono i clienti occasionali, quelli abituali o entrambi, un uso consapevole e professionale dei social network, come ad esempio Facebook, possono decisamente aiutarti ad attirare costantemente più clienti nella tua attività.

Alcuni delle soluzioni più semplici da utilizzare sono:

Realizzare campagne pubblicitarie mirate ad incentivare potenziali clienti a prendere in considerazione la tua attività anziché quella di un tuo concorrente, perciò quello che devi fare è creare delle campagne pubblicitarie capaci di emozionare e coinvolgere il tuo pubblico, ma per fare questo è necessario:

1- Studiare la concorrenza

Molti imprenditori non dedicano abbastanza tempo nel guardare cosa i loro concorrenti stanno facendo e come si stanno promuovendo on-line, questo perché dedicarsi ai social network porta via del tempo ad altre attività importanti oltre che a richiedere delle conoscenze ben precise.

Quando cerchi i tuoi concorrenti osserva se qualcuno di loro sta facendo delle campagne promozionali, quindi prendi nota di quello che il tuo concorrente o i tuoi concorrenti stanno offrendo e verifica se i fan interagiscono commentando e condividendo.

A tal proposito potrebbero tornarti utili alcune idee sulle offerte tipo:

– tracolle o borse a un prezzo speciale per studenti (per un attività che vende borse)

– prezzi e o offerte riservate ad over 60

– il classico 3×2

– promozioni o gadget esclusivi per alcune feste (festa del papà, festa della mamma, festa dei nonni)

– buoni di un certo valore da consumare per l’acquisto di alcuni prodotti da usare con delle modalità prestabilite (ad esempio solo il giovedì)

– offerte all-you-can-eat  (per le attività di ristorazione)

– carte fedeltà per fidelizzare e rendere i tuoi clienti più affezionati

2- Ascoltare i clienti

è importante cercare dei gruppi relativi al tuo settore in cui gli utenti si riuniscono per condividere esperienze e capire come evolvono le tendenze, ad esempio in un gruppo dedicato alla ristorazione potresti seguire quello che le altre attività offrono e capire se la gente che commenta o che racconta la propria esperienza è soddisfatta o meno dei loro prodotti o servizi così da metterti in relazione con loro e capire se anche tu stai commettendo gli stessi errori , in questo modo gli utenti saranno sicuramente invogliati ad entrare nella tua attività quando si trovano dalle tue zone.

3- Costruire e gestire una comunità online

avere un gruppo sulla tua piattaforma preferita dedicato ai tuoi clienti, ti permetterà di fare promozioni riservate agli iscritti e a tutti coloro che si iscriveranno, questo ti aiuterà a fidelizzare maggiormente i tuoi clienti e ad aumentare gratuitamente il passaparola.

Ricorda che nessun tipo di Social potrà aiutare la tua attività se prodotti, posizione e servizi che offri non sono di buona qualità.

Facebook, ad esempio, è il Social Network più indicato per fare marketing diretto attraverso la creazione di campagne efficaci, per cui, se non hai ancora deciso di essere presente su Facebook e non hai fatto abbastanza sforzi nel costruirti una buona reputazione o delle relazioni forti con i tuoi fan, è molto probabile che anche se decidessi di realizzare delle campagne pubblicitarie avrai un ritorno basso come risposta dai tuoi clienti.

E tu sei pronto a costruire la tua reputazione online e ad offrire ai tuoi clienti nuove esperienze?

Se vuoi saperne di più o capire meglio come i social network possono essere utili per la tua attività, non dimenticare di visitare spesso questo sito o di seguire la nostra pagina Facebook Clienti Social, troverai molte informazioni che ti permetteranno di conoscere tutti i vantaggi a cui stai adesso rinunciando!